Cremoso con Luce di Uve Malvasia e amaretti

Cremoso con Luce di Uve Malvasia e amaretti

TIPOLOGIA

Portata: dessert

Difficoltà: facile

Porzioni: 4

Tempo: 30′ prep + 1h raffreddamento

INGREDIENTI
200 gr di amaretti
250 gr di mascarpone
250 gr di Quark a basso contenuto di grassi
250 gr di yogurt
150 gr di crème fraîche al formaggio
150 gr di zucchero
100 ml di Luce di Uve Malvasia
250 gr di panna

STEP 1: mettete da parte degli amaretti interi per decorare. Imbustate i biscotti rimasti in un sacchetto da freezer, sigillate e riducete in briciole con il mattarello. Versate in una terrina e irrorate con un po’ di Luce di Uve Malvasia.

STEP 2: mescolate mascarpone, quark magro, yogurt, crème fraîche, zucchero e grappa fino a ottenere una crema. Montate la panna e incorporatela.

STEP 3: versate, in una ciotola capiente, prima uno strato di crema e poi un po’ di briciole di amaretti ammollati. Ripetete alternativamente fino a quando tutti gli ingredienti non saranno esauriti. L’ultimo strato dovrebbe essere di crema. Decorate con gli amaretti rimasti poco prima di servire, altrimenti diventeranno mollicci. Servite la crema dopo averla raffreddata in frigo.

Risotto ai gamberi con Blanc Moscato

Risotto ai gamberi con Blanc Moscato

TIPOLOGIA

Portata: primo

Difficoltà: facile

Porzioni: 4

Tempo: 30′ cottura

INGREDIENTI
50 g burro
320 g riso Carnaroli
Mezza cipolla
16 gamberi rossi di Sicilia
5 cl Blanc Moscato
1,5 lt brodo vegetale
Timo tritato

STEP 1: per prima cosa sgusciate i gamberi, privateli delle teste e mettetele da parte. Mettete le code dei gamberi puliti su un foglio di carta da forno, coprite con un secondo foglio e poi schiacciate delicatamente con un batticarne. Fate imbiondire la cipolla in un tegame con poco burro, aggiungete il riso e tostatelo.

STEP 2: sfumate con la grappa, lasciate che evapori e poi unite il brodo caldo. Schiacciate le teste di gambero e unite il liquido che ne uscirà nel brodo.

STEP 3: una volta pronto il riso unite il battuto di gamberi, disponetelo al centro del piatto e completate con un poco di timo tritato e qualche goccia di grappa a piacere.

Sorbetto alla Storica Uve

Sorbetto alla Storica Uve

Dessert Storica

TIPOLOGIA

Portata: fine pasto

Difficoltà: media

Porzioni: 4

Tempo: 45′ prep + 1h raffreddamento minimo

INGREDIENTI
1.2 kg di uva
20 ml di Storica Uve
80 g di zucchero
Albume q.b.

STEP 1: lavare l’uva. Una volta asciugata, passare 1 kg di acini al setaccio fino a ottenere 500 ml di succo. Sciogliere lo zucchero e poi aggiungere Storica Uve.

STEP 2: versare lo sciroppo in una sorbettiera e far mantecare per circa 35 minuti. Mettere il sorbetto a riposare in freezer per almeno un’ora.

Dessert Storica

STEP 3: immergere in un albume, leggermente montato, gli acini di 200 grammi d’uva e passarli poi nello zucchero. Lasciar asciugare. Togliere il sorbetto dal freezer e servire in 4 bicchieri ghiacciati. Guarnire con l’uva brinata.

Medaglioni di filetto di maiale con Secolo Barrique millesimata

Medaglioni di filetto di maiale con Secolo Barrique millesimata

TIPOLOGIA

Portata: secondo

Difficoltà: facile

Porzioni: 2

Tempo: prep 10′ + cottura 30′

INGREDIENTI
1 filetto di maiale di 400 g
40 g scalogno
30 g burro
2 cucchiai olio EVO
Salsa Worcestershire
Senape q.b.
Brodo vegetale q.b
5 cl Secolo Barrique Millesimata

STEP 1: affettare lo scalogno e fare appassire in un tegame con il burro. Quando sarà dorato, aggiungere la carne tagliata in fette spesse circa 2 cm. Fare rosolare, poi aggiungere un cucchiaio di senape e qualche goccia di salsa Worcestershire. Proseguire la cottura per circa 3 minuti.

STEP 2: sfumare con la grappa, aggiungere mezzo mestolo di brodo vegetale e far addensare. Disporre i medaglioni di carne su un piatto e servire con un cucchiaio del loro condimento.

Polpette sfiziose con TRITTICO BERGAMOT

Polpette sfiziose con TRITTICO BERGAMOT

TIPOLOGIA

Portata: appetizer

Difficoltà: facile

Porzioni: 4

Tempo: prep 20′ + cottura 40′

INGREDIENTI

900 gr macinato magro di manzo
2 uova leggermente sbattute
200 gr di mozzarella tritata e scolata
70 gr di pane grattugiato
30 gr di cipolle finemente tritate
2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
10 gr di salsa al pomodoro
1 cucchiaino di basilico essiccato
sale q.b.
pepe q.b.

PER LA SALSA
350 gr di salsa al pomodoro
2 cucchiai di amido di mais
100 gr di gelatina di mele
100 gr di gelatina di ribes
10 cl Trittico Bergamot

STEP 1: in una ciotola, unire i primi 10 ingredienti. Formare delle polpette di circa 3 cm. Porre i bocconcini su di una teglia tutti alla stessa distanza. Riscaldare il forno a 180°.

STEP 2: cuocere per 10 minuti e porre su una griglia a scolare. Unire la salsa al pomodoro e l’amido di mais in una padella. Sfumare con Trittico Bergamot. Dopo due minuti unire le gelatine e, dopo averle amalgamate nella salsa, aggiungere le polpettine. Coprire e cuocere in forno per 30 minuti.

Torta al cioccolato con Storica Amaro

Torta al cioccolato con Storica Amaro

Torta al cioccolato con STORICA AMARO

TIPOLOGIA

Portata: dessert

Difficoltà: facile

Porzioni: 10

Tempo: prep 25′ + cottura 1h

INGREDIENTI

20 gr di caffé macinato
160 gr zucchero
100 gr di zucchero di canna
170 gr di burro tagliato a cubetti di 2 cm + burro q.b. per imburrare lo stampo
125 gr di cacao amaro in polvere
6.5 cl di  Storica Amaro 
250 gr di farina
7 gr di bicarbonato
sale q.b.
100 gr cioccolato agrodolce finemente tritato
3 uova leggermente sbattute
5 gr di estratto di vaniglia
Acqua

DRESSING DI SERVIZIO:
200 gr frutti rossi
1 cucchiao di Storica Amaro
20 gr zucchero

STEP 1: mettere il caffè in polvere, lo zucchero e l’acqua in un piccolo tegame a fiamma media. Usare una frusta per far sciogliere e amalgamare il composto. Versare e  incorporare prima il burro e poi il cacao amaro avendo cura di lasciarne circa due cucchiai da parte. Unire Storica Amaro e spostare il composto in una bowl di vetro. Far raffreddare completamente. Pre-riscaldare il forno a 190°. Imburrare uno stampo di 24 cm e spolverare con cacao amaro in polvere.

STEP 2: setacciare la farina, il bicarbonato e il sale in una ciotola. Unire le uova al composto cioccolatoso e frustare per far diventare il tutto omogeneo. Aggiungere le polveri (farina, bicarbonato e sale)  a più riprese per evitare la formazione di grumi. Versare il cioccolato agrodolce e girare.

Torta al cioccolato con STORICA AMARO

STEP 3:  versare nello stampo e infornare per 55 minuti. Controllare il grado di cottura con uno stuzzicadenti, se, dopo averlo inserito, esce fuori pulito  la cottura sarà ultimata. Se l’impasto dovesse risultare crudo si consigliano altri 5/10 minuti di cottura.
Far raffreddare e sformare.
In un mortaio mettere frutti rossi, zucchero e Storica Amaro. Mescolare gli ingredienti schiacciando leggermente i frutti. Servire il dressing con una fetta di torta.

Gamberoni Flambati con Storica Sambuca

Gamberoni Flambati con Storica Sambuca

TIPOLOGIA

Portata: secondo

Difficoltà: facile

Porzioni: 4

Tempo: prep 1h + cottura 30′

INGREDIENTI
2½ cucchiai di olio di Canola
8 gamberi con la testa
STORICA SAMBUCA q.b.
2½  cucchiaini di burro
250 ml di brodo di pollo non salato
1 cucchiaino di fiocchi di sale
pepe q.b.

STEP 1: prendere i gamberoni, sgusciarli ed eliminare le interiora

STEP 2: pre-riscaldare il forno a 190°C. Versare l’olio di Canola in una padella grande e far accalorare a fiamma alta.  Si  raccomanda l’uso di una padella adatta ad essere posta in forno. Aggiungere i gamberi e cucocere girandoli una sola volta per lato. Una volta scottati, porre la padella in forno per teminare la cottura. Togliere dal forno dopo circa 3 minuti non appena saranno diventati opachi.

STEP 3: togliere dal forno e  aggiungere STORICA SAMBUCA. Fare molta attenzione ad alzare la fiamma del fornello. Inclinare la padella per effettuare la flambatura e  cuocere fino all’estinzione della fiamma. Rimuovere i gamberi dalla padella e mettere da parte.

STEP 4: asciugare il grasso dalla padella e aggiungere burro e brodo di pollo quanto basta. Cuocere a fiamma medio-alta ed emulsionare per circa un minuto con l’utilizzo di una frusta. Non appena si otterrà una riduzione della metà del liquido, aggiungere nuovamente i gamberi. Porre 3 gamberoni in ognuno dei quattro piatti da servizio e condire con la salsa al burro.  Cospargere con fiocchi di sale e pepe prima di portare in tavola.

Tagliatelle fresche con Parmigiano e tartufo bianco al sentore di TRITTICO NOTEN

Tagliatelle fresche con Parmigiano e tartufo bianco al sentore di TRITTICO NOTEN

tagliatelle grappa

TIPOLOGIA

Portata: primo

Difficoltà: facile

Porzioni: 4

Tempo: prep 1h + cottura 30′

INGREDIENTI

570g di farina 00
86g di tuorli
200g di uova
semola q.b.
sale q.b.
1 tartufo bianco
olio al tartufo per guarnire
50g  di Parmigiano grattugiato

PER LA SALSA AL PARMIGIANO
200g di Parmigiano grattugiato
200ml di acqua
50g cubetti di burro
50 ml di TRITTICO NOTEN per sfumare

STEP 1: per creare un ottimo legante al Parmigiano, porre 200g di Parmigiano e 200ml di acqua in una padella. Portare circa a 70°C  senza far bollire il composto.  Rimuovere dal fuoco e coprire con della pellicola. Far infondere a temperatura ambiente per circa un’ora.

STEP 2: durante l’infusione fare le tagliatelle fresche. Su un piano da lavoro versare la farina a fontana. Versare le uova e i tuorli. Impastare per circa 10 minuti finché l’impasto non risulterà liscio ed elastico. Avvolgerlo nella pellicola e far riposare in frigo per 30 min.

STEP 3:  stendere a mattarello o con una macchina per la pasta l’impasto. La stesura deve essere graduale fino raggiungere lo spessore massimo di 1 mm. Lasciar seccare per 5 minuti e arrotolare la sfoglia. Tagliare strisce perpendicolari di 1 cm e spolverare con la semola per impedire che le tagliatelle si attacchino fra loro. Coprire con un canovaccio fino al momento della cottura.

STEP 4: filtrare con un setaccio a maglie fini il legante al Parmigiano in una padella pulita. Portare a ebollizione, sfumare con TRITTICO NOTEN e aggiungere il burro poco alla volta fino a creare un’emulsione. In una pentola cuocere le tagliatelle per circa un minuto. Scolare con una schiumarola e mettere la pasta nella padella con l’emulsione al Parmigiano. Rimuovere dal fuoco e aggiungere 50g di formaggio grattugiato. Insaporire con qualche goccia di olio al tartufo.

tagliatelle grappa

STEP 5: sporzionare le tagliatelle in 4 piatti con il giusto quantitativo di salsa. Per finire, cospargere tartufo bianco fresco appena scagliato e servire.

Fonduta di San Valentino

Fonduta di San Valentino

TIPOLOGIA

Portata: appetizer

Difficoltà: media

Porzioni: 16

Tempo: prep 40′ + 3h riposo + cottura 10′

INGREDIENTI

75 ml di burro fuso
125 gr di farina
310 ml di latte
20 ml di Futura BIO Aghemîl
7oo gr di Parmigiano grattugiato
200 gr di cheddar grattugiato
noce moscata q.b.
Pepe q.b.

IMPANATURA
70 gr di farina
4 uova leggermente sbattute
150 gr di pan grattato
450 gr di mandorle finemente tritate
Olio di semi

STEP 1: coprire una teglia di ca. 23 cm con della pellicola.
In una pentola fondere il burro, aggiungere la farina e cuocere per un minuto a fuoco medio mescolando continuamente. Aggiungere gradualmente il latte e girare il composto con una frusta. Versare Futura BIO Aghemîl. Portare a ebollizione e unire il Parmigiano e il Cheddar. Insaporire con pepe e noce moscata continuando a girare il composto finché il formaggio non si sarà fuso.

Composing great compositions is vital within the English Language within the sense that it lets the pupil in order to communicate what exactly is in their head regarding a specific issue essay writing service. The intention of this kind of article creating, as the special name implies, will be to offer information to the viewers. Here are a number of samples of catchy names in distinct regions of writing. This is simply the conclusion of your own composition.

STEP 2: versare la fonduta nella teglia e coprire con della pellicola. Premere con una spatola fino ad avere una superficie liscia. Refrigerare per almeno 3 ore per ottenere un composto duro. Rimuovere dalla teglia e dividerlo in 4 quadrati, con un coppapasta a forma di cuore tagliare le forme.

STEP 3:  creare 4 ciotole in fila rispettivamente con: farina, uova, pan grattato e mandorle. Passare ogni pezzo prima nella farina, poi nelle uova,  a seguire nel pan grattato, uova e mandorle.

STEP 4: in una padella con olio di semi caldo, friggere i cuori di fonduta impanati per 2 minuti su entrambi i lati. Porre in un piatto con della carta assorbente per togliere l’olio in eccesso e servire sopra un’insalatina.

Torta di mele alla grappa di Moscato BLANC E NERI

Torta di mele alla grappa di Moscato BLANC E NERI

blanc e neri moscato torta

TIPOLOGIA

Portata: dessert

Difficoltà: facile

Persone: 4

Tempo: prep 30′ + cottura 40′

INGREDIENTI
250 g di farina 00
4 mele
4 uova
150 ml di latte
150 g di zucchero
1 bustina di lievito per dolci
scorza di limone q.b.
bacca di vaniglia q.b.
3 cucchiai di BLANC E NERI Moscato
zucchero a velo q.b.
primo torta mele

STEP 1: per prima cosa, prendete le mele e sbucciatele, poi rimuovete il torsolo interno e tagliatene una parte a cubetti e una parte a fettine sottili. Lasciatele da parte.

secondo torta mele

STEP 2: nel frattempo, in una ciotola ampia, montate i tuorli delle vostre 4 uova con lo zucchero e l’interno di metà bacca di vaniglia. Mescolate con un frustino o con una forchetta finché il composto non diventerà più chiaro e spumoso. Aggiungete il latte e la grappa di Moscato.

STEP 3: setacciate e unite la farina e il lievito per dolci, e, infine anche una grattugiata di scorze di limone. Montate a neve gli albumi e incorporateli al composto.  Aggiungete le mele a cubetti e mescolate bene. Mettete l’impasto in una tortiera imburrata e livellate per bene. Guarnite con le fettine di mele, disponendole a raggiera.

blanc e neri moscato torta

STEP 4: cuocete la torta in forno a 180°C per circa 25-30 minuti. Una volta che sarà pronta, fate raffreddare per qualche minuto e servite con una spolverata di zucchero a velo.

Zuppa Matalotta al sentore di STORICA BIANCA

Zuppa Matalotta al sentore di STORICA BIANCA

TIPOLOGIA

Portata: primo piatto

Difficoltà: facile

Persone: 4

Tempo: prep 10′ + cottura 40′

INGREDIENTI
700 g di Scorfano pulito e deliscato
3 spicchi d’aglio a fette sottili
10 gr prezzemolo
10 capperi sottosale
4 pomodori medio grandi maturi
4 cucchiai di olio evo
45 ml di STORICA BIANCA
1/4 l di acqua
sale e pepe q.b.

1 cucchiaino Zucchero
Pepe
Olio q.b.

Step 1: pulite e affettate l’aglio in modo sottile, lavate i capperi dal sale, strizzateli e tritateli, lavate e tritate il prezzemolo, lavate, pelate e tagliate a pezzettini il pomodoro.

Step 2: soffriggere con l’olio evo, l’aglio, i capperi e il prezzemolo, fateli saltare in pentola per un minuto in modo che l’olio si insaporisca ma il condimento non si bruciacchi. Sfumare con STORICA BIANCA.

Step 3: aggiungere a questo punto il pomodoro e fatelo rosolare per un paio di minuti, salate e pepate.
Aggiungete l’acqua ed in fine il pesce.
Coprite e fate cuocere a fuoco medio basso per circa mezz’ora.
A questo punto assaggiate il sughetto e aggiustate di sale.

Step 4: et voilà! Servire a piacere con spaghetti o con dei crostoni di pane casereccio.

Babà Rustico con formaggio e cipolle all’Aghemîl

Babà Rustico con formaggio e cipolle all’Aghemîl

TIPOLOGIA

Portata: antipasto

Difficoltà: media

Persone: 8

Tempo: prep 30′ + lievitazione 2h + cottura 45′

INGREDIENTI
250 g Farina 00
250 g Farina Manitoba
250 ml Latte
150 g Parmigiano reggiano
100 g Burro
3 Uova
8 g Lievito di birra fresco
2 cipolle rosse
70 ml di Aghemîl 
200 ml di acqua
200 g Provola
1 cucchiaino Sale
1 cucchiaino Zucchero
Pepe
Olio q.b.

Step 1: tagliare le cipolle a listarelle, versare in una casseruola piccola con l’acqua ed un pizzico di sale e fatele cuocere rigirandole sin quando l’acqua si consuma completamente. Aggiungere 3 cucchiai di olio e aggiustare ancora di sale. Fare insaporire per qualche minuto girando continuamente. Sfumare con Aghemîl. Non spegnere la fiamma finché non è evaporato tutto il liquore. Porre le cipolle stufate in un setaccio per rimuovere il liquido in eccesso.

Step 2: aggiungere il burro a temperatura ambiente, il parmigiano, un pizzico di pepe, il sale e impastare per circa 10 minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Tagliare a cubetti il formaggio e unire all’impasto. Aggiungere le cipolle precedentemente stufate amalgamando bene tutto.
Mettete l’impasto in uno stampo a ciambella ben imburrato e livellate la superficie.
Fate lievitare il babà rustico per 2 ore coperto da un canovaccio pulito.

Step 3: trascorso il tempo di lievitazione mettere a cuocere il babà rustico in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti circa assicurandovi prima di sfornarlo che sia cotto anche all’interno facendo la prova stecchino.

Step 4: una volta raffreddato il babà, servire a fette di circa 3 cm.

perfectwatches.cn